By 2 marzo 2018 0 Comments

Il nuovo algoritmo Facebook ucciderà la mia pagina?

 

Questo 2018 sembra “iniziare male” per tutti coloro che hanno “coltivato” (e scommesso!) su una pagina Facebook (aziendale) nell’ultimo periodo.

Molto spesso mi sono sentito dire “Non mi interessa un sito web, ho fatto un corso di Facebook e adesso me la cavo bene con la mia pagina“….peccato che con questo 2018 Facebook abbia modificato un algoritmo per quello che riguarda la diffusione delle notizie : il social network infatti  ha pensato di modificare l’algoritmo che fa comparire le notizie nelle nostre bacheche e privilegerà quelle di amici e parenti, penalizzando quelle di marchi, aziende, media.

Secondo Zuckerberg l’effetto che hanno questi soggetti sulla nostra vita social è quello di ridurre lo spazio per i nostri momenti personali e per i contatti con i quali vogliamo intrattenere una relazione.

Cosa accade ai contenuti delle pagine pubbliche?

L’obiettivo del nuovo sistema sarà quello di aiutare gli utenti ad aumentare le interazioni sociali. In altre parole, vedremo sulle nostre bacheche (maggiormente) i post dei nostri amici e meno quelli di pagine pubbliche. (fonte : QUI )

Se verificate i dati Insights della vostra pagina, potrete notare come molte “interazioni” siano già in calo.
Ecco un esempio di una pagina con oltre 5000k like nell’ultimo mese.

Tutti questi valori ce la “dicono lunga” su come il nuovo sistema stia funzionando.
Ma come correre ai ripari?
Innanzi tutto con le inserzioni sponsorizzate. Ebbene si….non lo dice nessuno ma le inserzioni a pagamento devono comunque raggiungere un pubblico….pertanto continueranno a raggiungere gli utenti. Questo vuole dire che, se vogliamo risultati efficaci, dobbiamo mettere mano al portafoglio e fare in modo che quasi (tutte) le nostre pubblicazioni siano sponsorizzate.
La vogliamo vedere come una “manovrina” di Facebook per puntare un pò di più alle inserzioni “da pagare”?

Se proprio non vogliamo pagare….teniamo presente questa massima:

«Le pagine che pubblicano contenuti con i quali le persone generalmente non interagiscono o che non commentano potrebbero assistere alla maggior diminuzione della distribuzione. Le pagine che favoriscono conversazioni fra amici invece vedranno meno effetti»

Qualcun’altro invece “suggerisce” di creare gruppi (fonte : QUI ) ma devo ancora “valutare” questa strada.
Mi da abbastanza “fastidio” essere aggiunto continuamente a gruppi….e se da oggi tutti si mettono a farne….potete capire il disagio, senza contare che … ogni azienda/gruppo non può creare un proprio gruppo a cui iscriversi…

Io credo che, per molte attività commerciali sia il tempo di tornare a “mamma Google” e a investire tempo (e risorse) sull’attività di SEO Organico e posizionamento locale.

Facebook, nuovo algoritmo Facebook, Facebook algoritmo 2018, Facebook novità pagine, cosa cambia pagine Facebook

Andrea Ceccherini

About the Author: